top of page

LIEVITO DI BIRRA Vs LIEVITO PER LE BIRRE


LIEVITO DI BIRRA Vs LIEVITO PER LE BIRRE

C'è una domanda che tormenta gli amanti della birra e della panificazione: il lievito di birra è lo stesso che si trova nella birra artigianale? Questa domanda ha rovinato amicizie, scatenato accese discussioni durante le cene e, chissà, forse ha anche provocato qualche bicchiere di birra rotto. Ma non preoccupatevi, siamo qui per risolvere questo dilemma con un tocco di umorismo e tanta, tantissima schiuma.

 




Innanzitutto, il lievito di birra e il lievito usato per produrre la birra artigianale condividono un nome comune, ma sono come quei parenti che vedi solo alle riunioni di famiglia: hanno qualche somiglianza, ma vivono vite completamente diverse. Il lievito di birra che trovi al supermercato, quello che usi per far lievitare la tua pizza o il pane, è un tipo di lievito secco attivo o fresco, scientificamente chiamato "Saccharomyces cerevisiae".

È un po' come il parente beneducato che si presenta sempre puntuale e fa esattamente quello che gli chiedi: lievita e basta.



La Panificazione

Il lievito di birra è costituito dal microrganismo unicellulare Saccharomyces cerevisiae, noto per la sua capacità di fermentare gli zuccheri. Durante la panificazione, quando il lievito viene incorporato nell'impasto e mantenuto a temperature ottimali tra 28 e 30°C, inizia a metabolizzare gli zuccheri presenti. Questo processo di fermentazione produce anidride carbonica e alcol. L'anidride carbonica rimane intrappolata nella matrice dell'impasto, creando bolle che lo fanno espandere e crescere in volume. Il risultato è un impasto soffice e leggero, con una struttura alveolare caratteristica che migliora la consistenza e il sapore del pane. Inoltre, il lievito di birra contribuisce anche allo sviluppo di composti aromatici che arricchiscono il profilo organolettico del prodotto finale.


 D'altra parte, il lievito usato nella birra artigianale è come il cugino hipster che vive in un loft e ha una band sperimentale. Certo, anche lui può essere un "Saccharomyces cerevisiae", ma spesso è una varietà speciale selezionata per creare quei sapori complessi e unici che fanno impazzire gli intenditori di birra. E non dimentichiamoci degli altri membri della famiglia dei lieviti, come "Saccharomyces pastorianus" e il "Brettanomyces", che aggiunge quelle note funky e selvatiche alla birra.



I Diversi Tipi di Lieviti per la Birra Artigianale e gli Stili Derivati

Uno degli ingredienti chiave nella birrificazione è il lievito, un microrganismo che trasforma gli zuccheri presenti nel mosto in alcol e anidride carbonica, conferendo alla birra le sue caratteristiche organolettiche distintive. I diversi tipi di lieviti utilizzati nel processo di fermentazione influenzano in maniera significativa lo stile e il sapore della birra. Vediamo insieme i principali tipi di lieviti e gli stili di birra che ne derivano.

 

Lieviti Ale (Saccharomyces cerevisiae) -Vai alle Birre-

I lieviti ale sono di tipo alta fermentazione, cioè fermentano a temperature più elevate, solitamente tra i 15°C e i 24°C, e tendono a depositarsi sulla superficie del mosto. Questo tipo di lievito è responsabile della produzione di una vasta gamma di birre aromatiche e complesse come le Pale Ale, le Ipa, le Stout e le Porter.

 

Lieviti Lager (Saccharomyces pastorianus) -Vai alle Birre-

I lieviti lager sono di tipo bassa fermentazione e lavorano a temperature più basse, solitamente tra i 7°C e i 13°C. Questo tipo di fermentazione produce birre dal sapore più pulito e croccante, con meno aromi fruttati rispetto alle birre ale. Gli stili di riferimento sono le Pilsner, le Helles e le Doppelbock.

 

Lieviti Selvaggi e Lattici

Oltre ai lieviti convenzionali, alcuni birrai artigianali utilizzano lieviti selvaggi e batteri lattici per creare birre dal carattere unico.

 

Brettanomyces: Questo lievito selvaggio è famoso per conferire sapori complessi e "funky", spesso descritti come terrosi, di cuoio o fruttati. È utilizzato in stili come le Saison e le Lambic.

 

Lactobacillus e Pediococcus: Questi batteri lattici producono acidità nella birra, creando stili come le Berliner Weisse e le Gose, che sono note per il loro profilo acido e rinfrescante.

 

Ma torniamo alla nostra domanda iniziale: il lievito di birra del supermercato è uguale a quello della birra artigianale? No, e la ragione è semplice. Il lievito da panificazione è addestrato come un soldato a lievitare rapidamente e con efficienza, senza fare troppe storie. Il lievito della birra artigianale, invece, è come un artista bohémien che si prende tutto il tempo necessario per esprimere la sua personalità, aggiungendo aromi, sapori e quella magia indescrivibile che trasforma un semplice fermentato in un capolavoro.


 

WELCOME BOX

LIEVITO DI BIRRA Vs LIEVITO PER LE BIRRE


 

In conclusione, il lievito di birra e il lievito della birra artigianale sono parenti, sì, ma sono lontani quanto il nonno calzolaio e il nipote DJ. Quindi, la prossima volta che ti troverai a discutere di lieviti, ricorda che è un po' come confrontare un'automobile sportiva con un carro trainato da cavalli: entrambi ti porteranno a destinazione, ma l'esperienza di viaggio sarà molto, molto diversa.

 

Cheers!

 

 

Antonella e Alessandro

Comments


Image by Timothy Dykes

RESTA AGGIORNATO

Il tuo modulo è stato inviato!

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter

bottom of page